La Collezione Lineapiù Knit Art Primavera/Estate 2020

L’atmosfera dei naturali si racconta attraverso un particolare riguardo per la composizione: fibre riciclate e naturali di cotoni organici, lino, canapa e viscose bamboo costruiscono filati dalle strutture disegnate e fatte di piccole e leggere imperfezioni. La fresca brezza primaverile solleticale fibre e si diverte a creare naturali movimenti sulle superfici. Così esse si rigirano timidamente su se stesse creando degli aggrovigliamenti un po’ confusi e si scompigliano con ironia disordinando la costruzione.

Il cotone disegna perfettamente binari e fettucce, si colora pienamente di tinte forti, si mischia al lino in screziature genuine e si lascia illuminare da fibre metallizzate allestendo un magico cielo stellato nelle notti estive.

Ma l’estate è anche POP, è dipinta di toni briosi e costruzioni frizzanti. Le vacanze descrivono un look disinvolto fatto di stampe, sfumature, blocchi di colore e forti grafiche. Tutti i colori di un’estate in una collezione. Toni che si armonizzano su imbottiti tecnici dai volumi paffuti. Le forme sono comode, arrotondate e sembrano gonfiarsi sulla pelle come se si facessero esperimenti con la schiuma. Spaghi e svolazzanti frange colorate, fettucce perfettamente pulite e disegnate, binari e spiralati, in tinta unita o multicolor, sfumati o picchettati di colore, a strisce o degradè; ognuno di essi ha il proprio carattere e tutti accontentano i gusti di chi li lavora: ai ferri, a uncinetto o intrecciati con le dita, i titoli dei filati soddisfano ogni progetto. La lucente viscosa insieme con la seta regala romanticismo ed eleganza alla collezione. Il lino è avvolto da colori sfrontati per un contrasto rustico/tecnico davvero originale. La fibra metallica e il poliestere ricamano le superfici come brillanti incrostazioni di perline o minerali.

I colori sono esplosivi, energetici e giocosi, sono sfacciati e talmente accesi da diventare fluo. Qualche delicato tono pastello di rosa e beige schiarisce l’intera palette. I gialli sono acidi, ma anche aranciati, fino a diventare color tabacco e marrone terra. I rosa addolciscono i rossi. I celesti si scuriscono in blu elettrici e blu notte profondo.

In particolare la collezione presenta:

TUNNEL: particolare aspetto scompigliato dove il cotone appare come aggrovigliato in una garza. Il risultato è davvero naturale, ricorda la vegetazione marina sulle dune di sabbia.

TRIBÙ: frangettina di cotone e viscosa. La base chiara esalta il disegno che sembra tracciato con la china colorata.

AMNESIA: spiralato dall’eclettico contrasto di fibre e colori. Il lino naturale è avvolto da toni spavaldi. Il contrasto è unico.

MAGNUM: imbottito talmente esagerato da ricordare i gonfiabili sulle spiagge.

ANDROID: un camouflage di colori appariscente e smagliante. Una usuale stampa degradè viene interrotta da tocchi di colori fluo che risplendono sulla maglia per un look decisamente eccentrico. 

MAGNETE: fettuccia picchettata di colori scuri acquista un aspetto naturale un po’ selvaggio come terriccio incrostato di minerali. La superficie è luccicante e decorativa.