SHIMA SEIKI ITALIA S.p.A., durante l'85a edizione della fiera Pitti Immagine Filati a Firenze, ha partecipato alla sezione Fashion at Work della mostra mirando ad attrarre gli interessi tecnici e creativi dei visitatori fornendo soluzioni hardware e software per la progettazione, produzione e lavorazione di articoli a maglia. 

L'azienda leader nel settore della vendita di macchine da maglieria, ha presentato ancora una volta nello stand la macchina per maglieria computerizzata SVR123SP-SV® con opzione IP. Macchina definita da Shima Seiki Italia “rivoluzionaria”, in particolare per la tecnica di lavorazione a maglia vanisè mediante la quale sono immagliati due fili, in modo che uno copra uniformemente l'altro; pertanto una faccia di tessuto sarà formata solo da un filo e l'altra dal secondo filo. Si ottengono così tessuti con le due facce di colore diverso, oppure di fibra diversa. 

Grazie alla sperimentazione di tale macchina, Shima Seiki Italia ha realizzato una vera e propria collezione di capi in collaborazione con lo stilista Vittorio Branchizio: mediante l'utilizzo dei filati Lineapiù, il designer ha impegnato diverse tecnologie combinandole con le abilità tecniche di ognuna delle macchine sperimentate, dall’intarsio realizzato con 40 guidafili al disegno realizzato in vanisè, dal giubbottino imbottito alla maglia in finezza 3. 
Collezione che ha impegnato le tre sedi di Shima Seiki Italia, Segrate, Carpi e Villorba con il team dei tecnici al completo, per studiare nuovi punti attraverso la ricerca e la conoscenza tecnica Shima Seiki e lo stile di Branchizio.